Care lettrici,


chi conosce il brand Braccialini sa bene che durante lo studio di ogni collezione, insieme ai nostri creativi, cerchiamo sempre di dar vita propria a tutto quello che disegniamo. Non si tratta solo di creare borse di alta qualità che siano comode per ogni occasione d’uso, vogliamo che

 siano accessori speciali, legati a momenti importanti della vita di chi le indossa; accessori che sappiano mettere in luce con i loro dettagli e il loro estro dei lati particolari della personalità di ogni donna. Vogliamo che siano pezzi unici.

 Per tutti questi motivi, dopo aver ricevuto una lettera di una nostra affezionata cliente che ha voluto raccontarci come è diventata nostra fan abbiamo deciso di creare questo blog in cui, come se scriveste su un diario segreto, potrete raccontarci come avete conosciuto il nostro brand e come vi siete innamorate delle nostre borse, da qui il nome stesso del blog “I love my bag”.

 E’ doveroso rivolgere un ringraziamento speciale a Francesca Ferrari, la prima scrittrice di questo angolo di racconti, che con la sua storia ci ha mostrato come le nostre siano davvero borse che regalano il sorriso.

Adesso aspettiamo che siano tutti i vostri racconti a regalarci delle belle emozioni e ci facciano sentire ancora più fieri del nostro lavoro. Buona lettura e soprattutto buona scrittura.

Lorenzo Braccialini

 

Responsabile Marketing e Comunicazione

Approfondisci

Raccontaci la tua storia

Il tuo nome *

Il tuo cognome*

La tua email *

Scegli l'avatar

Il tuo messaggio

Compilando il presente form accetti che il tuo testo sia pubblicato sui nostri canali di comunicazione riportando sempre la tua firma digitale per gli usi che l’azienda riterrà opportuno.
Dichiari di esser consapevole che la pubblicazione dei racconti sul blog sarà a discrezione dell’azienda stessa, che valuterà non solo in base alla natura del contenuto ma anche alla forma e alla correttezza grammaticale del testo.
Per maggiori informazioni potete contattarci all’indirizzo ilovemybag@braccialini.it

Inserisci questo codice: captcha

Approfondisci

In attesa della mia prima Braccialini…

30-03-2015

Oggi vi voglio raccontare un segreto.
Amavo la moda ma non amavo le borse in particolare, anzi le ignoravo proprio…finchè un bel giorno non ho scoperto le borse Braccialini: è stato amore a prima vista. Ogni borsa è un opera d’arte: alcune raccolgono semplici oggetti quotidiani, esaltandoli a qualcosa di bello, raffinato, ricco di dettagli… qualcosa che nella vita di ogni giorno passa inosservato, ma racchiuso in una borsa Braccialini, con i suoi infiniti dettagli, cattura il tuo sguardo per sempre e non lo lascia più andar via.
Altre borse raccontano essenze e momenti di posti lontani che ti fanno viaggiare con la fantasia vivendo, o rivivendo, i colori e le atmosfere di quei posti.
Purtroppo il mio viaggio con le Braccialini deve ancora iniziare ma (non lo dite a nessuno) ho scoperto che una arriverà presto per il mio compleanno: già la adoro!!!
Spero che ci sia sempre una Braccialini accanto a me, perchè anche nelle giornate più cupe e grigie una borsa così al tuo fianco, con un semplice sguardo, rende ogni giornata più colorata e luminosa. Ecco perchè non sono semplici borse!!

Mary Mezzina

 

Approfondisci

Braccialini mon amour!

27-03-2015

E anche fuori dall’Italia…
Un giorno mamma mi mandò un pacco per posta, il biglietto che lo accompagnava diceva semplicemente “Guarda cos’ho trovato”. Fu amore a prima vista: dentro trovai il fungo più bello che avessi mai visto, perfetto ed unico in ogni suo dettaglio e allo stesso tempo capiente per portare sempre con me tutto quello di cui ho bisogno.
Da allora anch’io sono diventata quella “dalle borse originali” e anch’io non riesco più ad apprezzare borse di altri brand. Le ho tutte con me a Bruxelles dove vivo e mi capita di essere fermata per strada da sconosciute attratte dalle mie borse. Addirittura le guardie all’ingresso dell’edificio dove lavoro si dilettano a guardare ogni giorno con quale borsa arrivo e se le ricordano quasi tutte (“Ah oui, et elle a aussi un champignon et un bateau!”), ed io non potrei esserne più orgogliosa!!

Lucrezia Bove

 

Approfondisci

Braccialini: il sogno di una studentessa

23-03-2015

L’amore per le Braccialini ormai è una mania, una passione. È una gioia quotidiana cambiare, indossare, conservare e collezionare le borse di questo brand, creazioni uniche in grado di regalare un sorriso, anche solo nell’osservarle e sfoggiarle, sia per chi le indossa sia per chi le osserva! La mia storia con le borse Braccialini nasce qualche anno fa, grazie ad un regalo! Le avevo sempre guardate e ammirate da lontano, da studentessa, studiando a Firenze e vivendo alla fine di Borgo Ogni Santi, la passeggiata settimanale a via della Vigna Nuova era un obbligo. Non si poteva tornare a casa facendo un’altra strada, a qualsiasi ora la vetrina doveva essere vista, osservata e spulciata! L’ironia del destino ha voluto che la mia passione sia cresciuta dopo aver lasciato Firenze, dopo aver iniziato a lavorare e aver avuto una disponibilità economica maggiore. Da studentessa le guardavo, le sognavo ma non mi rendevo conto che in fondo erano anche accessibili… ma le priorità, vivendo fuori di casa, erano altre.
Tornando da un viaggio il mio fidanzato mi venne a prendere in aeroporto con un pacco tutto infiocchettato, forse doveva farsi perdonare qualcosa… ma da lì “iniziò la fine”. Oggi il fidanzato è ancora lo stesso ma la collezione è cresciuta esponenzialmente, occupando armadi interi, sottraendo spazio al fidanzato. Mi sento di scrivere in quanto amo davvero le “mie”-vostre “borse” e non sarei mai in grado di separarmene, regalarle, gettarle o scambiarle. Sono quell’accessorio che completa un abbigliamento semplice che colora un giorno triste, insomma sono fondamentali, almeno nella mia vita !

Severina Grassi

 

Approfondisci

Il mio primo grande amore: il Gatto con gli stivali

17-03-2015

Sono sempre stata una patita di borse, ricordo che quando presi il mio primo stipendio uscii dal mio ufficio e corsi in centro ad acquistare la borsa dei miei sogni di allora, rientrai a casa super felice con la mia nuova borsa ma senza un soldo.
Ma un giorno passando davanti una pelletteria mentre guardavo distrattamente la vetrina… ECCOLA, mi sento chiamare: era la Gatto con gli stivali! Ancora non conoscevo il marchio Braccialini. Entro, chiedo al commesso di farmela vedere da vicino e fu un vero colpo di fulmine, meraviglia delle meraviglie: morale? Sono uscita di lì con al braccio la nuova borsa. Restai tutta la serata ad osservare ogni piccolo particolare emozionandomi e facendo telefonate alle mie amiche raccontando loro della mia nuova “scoperta”.
Come la Francesca Ferrari oggi non ho più borse che non siano Braccialini con un armadio dedicato solo a loro. Non sono legata ad una in particolare io le amo TUTTE! A seconda del mio stato d’animo escono con me. Quando vado dal parrucchiere le clienti mi chiamano “quella con le borse strane” e ne vado orgogliosa: io sono una “Braccialiniana”!

Stefania Ciaffaroni

 

Approfondisci

Era solo una borsa

16-03-2015

Una fredda mattina di inverno, azzarderei anno 2009, come ogni giorno alle 7.50 accompagno trafelata mia figlia all’asilo a Settignano, io entro in ufficio alle 8.
A quell’ ora sulla collina c’e’ sempre molta nebbia….parcheggio lungo la strada, metto la mia borsa dell’epoca sotto il sedile dell’auto, cammino verso la scuola, saluto la bimba e faccio ritorno al parcheggio.
Mi si presenta una scena da film, nessuno nei paraggi, il finestrino lato passeggero in frantumi completamente disintegrato, la vettura piena di micro frammenti di vetro, la borsa sparita e con lei tutta la mia vita! Qualche secondo per fare il punto della situazione, giornata passata fra le pratiche burocratiche. Nottetempo il pensiero di metterci una pietra sopra ed approfittare per un nuovo acquisto. Il giorno successivo ero a Firenze in via della Vigna Nuova con mia mamma, mai entrata prima nello store, mai avuta una Braccialini e ho visto lei… nera e verde una meraviglia, fra tanta scelta non ho avuto dubbi, jacquard nera con macchinine verdi, portafoglio abbinato e portachiavi uguale.
Con questo gioiello corro a casa metto negli scatoloni tutte le borse che avevo (e sottolineo proprio tutte le borse che avevo) le regalo e rimango con lei. Io e lei da riempire di nuova quotidianeità.
A lei ne sono poi seguite tante altre, piccola pelletteria, foulard, ombrelli… ma per la mia prima Braccialini ho un affetto speciale, solitamente la faccio uscire dalla sua dust bag in autunno, la mia stagione preferita perché ha quei colori tipici del bosco, si intona con i miei occhi e mi da sicurezza.
Si, forse una sciocchezza, una leggerezza… ma a volte si vive anche di episodi.
P.S.: mai più comprata una borsa di un altro brand, nessuno osa neanche regalarmele.

Francesca Ferrari

 

Approfondisci